L'Istituto Margherita di Savoia: da Scuola Normale a Liceo delle Scienze Umane

Busto della Regiona Margherita di SavoiaLa formazione dei maestri, dopo la nascita dello Stato Unitario, avveniva nelle “Scuole Normali”.
Il corso di studi della Scuola Normale durava tre anni e vi si accedeva dopo la conclusione dei quattro anni di Scuola Elementare, ma solo all’età di sedici anni per i maschi e di quindici per le femmine.

Nel 1888/89 in via Giovanni Lanza a Roma viene aperta una Scuola Normale femminile che, l’anno successivo, fu registrata col nome Margherita di Savoia.
Una targa in bronzo e una statua, collocate all’interno dell’istituto, ricordano la regina Margherita di Savoia (1851/1926) elargitrice di provvidenze a favore della scuola.

Durante la campagna di Libia e la prima guerra mondiale l’Istituto partecipò attivamente alla vita nazionale e patriottica, attuò iniziative a favore dei combattenti, dei reduci anche attraverso un’intensa attività teatrale, promossa in particolare dalla Preside Maria Romano della quale è presente nell’Istituto una lapide commemorativa.
Le opere teatrali della Preside Maria Romano, furono rappresentate dalle studentesse nei maggiori teatri romani e il ricavato degli spettacoli fu utilizzato per aiutare i combattenti al fronte, i mutilati e gli orfani di guerra e furono anche investiti per far risorgere ad Avezzano il giardino d’infanzia distrutto dal terremoto. Il 1922-23 fu l’ultimo anno della scuola femminile normale infatti con la Riforma Gentile il Margherita di Savoia divenne Istituto Magistrale.

Nel 1939 l’istituto si trasferì nell’attuale sede in via Cerveteri ed aveva annesso un Giardino d’infanzia. Dal 1955 agli anni ‘70 l’Istituto aumentò progressivamente i suoi iscritti, fino ad arrivare nell’anno scolastico 1966/67 a 2000 unità e si distribuì quindi in altre due succursali, una delle quali in Via delle Sette Chiese dove, in collaborazione con l’istituto per ragazzi ciechi S. Alessio, sperimentò l’inserimento ai non vedenti; la scuola conserva ancora nei sotterranei numerosi testi in Braille.

Nel 1996/97 con la sperimentazione Brocca nacque l’indirizzo Sociopsicopedagogico e linguistico che iniziarono a funzionare accanto al vecchio corso Magistrale.

Con il decreto interministeriale del 10 marzo 1997 furono soppressi i corsi di studio dell’Istituto Magistrale e sostituiti dal Liceo delle Scienze Sociali.

Con la Riforma Gelmini a partire dall’anno scolastico 2010/2011 l’Istituto Magistrale si trasforma in Liceo delle Scienze Umane.

WebMaster e Grafica: Francesco Orefice Copyright © 2014 Istituto di Istruzione Superiore Margherita di Savoia Tutti i diritti riservati | Privacy e note